Ecco perché non vedremo più gli Apple Store

Sono stato a Londra a visitare il rinnovato spazio Apple in Regent Street e la differenza che mi ha più colpito rispetto al precedente format di punto vendita dell’azienda di Cupertino è stata la grande quantità di posti per sedersi, in particolare ai piedi dei grandi alberi che caratterizzano ora il negozio. In realtà c’è… Read More Ecco perché non vedremo più gli Apple Store

Quanti miliardi vale veramente Snapchat?

Una lettura che consiglio sicuramente a tutti gli studenti appassionati di marketing (e in generale a chiunque sia interessato all’evoluzione del web marketing) è il prospetto informativo predisposto da Snap Inc, l’azienda proprietaria di Snapchat, in occasione della quotazione in borsa avvenuta con successo una decina di giorni fa. Io l’ho letto avidamente anche per… Read More Quanti miliardi vale veramente Snapchat?

WOM: dallo showroom al luogo di seduzione

Quali canali distributivi utilizzereste per vendere un impianto audio ad alta fedeltà da 100.000 euro? La soluzione tradizionale è il classico negozio specializzato in Hi-Fi nel quale farsi guidare nelle prove d’ascolto. Questo presenta però una controindicazione: si tratta di un punto vendita frequentato quasi esclusivamente dal segmento target degli audiofili che è un segmento… Read More WOM: dallo showroom al luogo di seduzione

Quanto è importante il “Made in”?

Alcune delle recenti decisioni di Donald Trump hanno riportato al centro del dibattito il tema del “Made in America” e più in generale del paese d’origine dei prodotti. Nell’Unione Europea, inoltre, da ormai parecchi anni questo è terreno di scontro tra posizioni differenziate dei diversi paesi. Ma quanto è importante oggi per il consumatore la provenienza… Read More Quanto è importante il “Made in”?

Donald Trump e Starbucks: 3 spunti per il brand manager

Cosa vuol dire gestire un brand nel mercato sovraffollato di oggi? Degli spunti di riflessione interessanti ci vengono dalla lettera mandata ieri sera da Howard Schultz, CEO e fondatore di Starbucks, nella quale l’imprenditore prende le distanze in modo molto duro dalle decisioni della nuova amministrazione americana sui temi dell’immigrazione e dei rapporti con il Messico… Read More Donald Trump e Starbucks: 3 spunti per il brand manager

Cosa ci dice sul retail la fusione Luxottica – Essilor

Questa mattina insieme al caffè è arrivata una notizia ancora più eccitante della contemporanea caduta in trasferta delle capoliste di Serie A e Liga: l’annuncio dell’accordo sulle prossime nozze tra Luxottica e la francese Essilor, l’azienda leader mondiale per le lenti da vista. È una notizia certamente importante per la dimensione degli attori coinvolti: il… Read More Cosa ci dice sul retail la fusione Luxottica – Essilor

Chi è stato il più cattivo? I peggiori casi di CRM del 2016

Il post natalizio di quest’anno è dedicato a chi non troverà regali sotto l’albero perché non si è comportato bene (almeno per quanto riguarda il CRM). Ma chi è stato il più cattivo? Devo dire che mi trovo indeciso tra due operazioni che dimostrano una scarsa capacità di raccogliere e utilizzare le informazioni sui clienti e… Read More Chi è stato il più cattivo? I peggiori casi di CRM del 2016