La promozione più cool? Vincere una bicicletta

Qual è l’oggetto emergente nelle vetrine dei negozi più fashion di Manhattan in questo inizio di autunno? Non ci sono dubbi: si tratta della bicicletta che grazie agli interventi dell’amministrazione Bloomberg sta conquistando un posto sempre più importante nella mobilità newyorkese. Da Urban Outfitter a Barneys, da Anthropologie a Saks, sono numerosi i negozi che hanno eletto la bicicletta come uno dei simboli del lifestyle di tendenza.

Se la bicicletta è l’oggetto più fashion, allora, non ci sono dubbi che la promozione più attraente e cool della stagione è stata allora la possibilità data ai visitatori di Saks Fifth Avenue di aggiudicarsi due biciclette disegnate da Lorenzo Martone, il PR brasiliano che ha lanciato la scorsa estate la sua collezione di biciclette sexy e fashion.

E per voi qual è la promozione più interessante dell’autunno?

Annunci

35 pensieri riguardo “La promozione più cool? Vincere una bicicletta

  1. Moltissime aziende oggi collegano promozioni al raggiungimento di un elevato numero di fan sulle proprie pagine Facebook: è il caso di H&M Italia e di Kiko che ad ottobre hanno festeggiato il raggiungimento della quota di rispettivamente 1 e 2 milioni di fan offrendo loro sconti su qualsiasi prodotto, sia in punto vendita che online.
    Più interessante è però il concorso “Legendary Travelers Wanted” di Heineken, che dà la possibilità ai suoi clienti di vincere uno Space Training presso il centro di addestramento spaziale “Space Center Houston”, il tutto attraverso un gioco online a cui si può partecipare inserendo il codice alfanumerico trovato all’interno delle confezioni, rafforzando la dimensione ludica che caratterizza il brand.

  2. E sempre per la serie “trova il codice sotto il tappo” Coca-Cola light mette in palio ogni giorno una borsa Marc Jacobs (fino al 31 dicembre)… Certamente una bella iniziativa che potrebbe risolvere il problema del regalo natalizio a molti fidanzati… Ma devo dire anche che, toccando la mia virilità, è riuscita a spostare la mia preferenza di acquisto verso Coca-Cola Zero.

  3. Richiamando un post precedete, una promozione social mi ha colpito di più rispetto alle altre…è “Tutte Pazze Per Pupa” che non si basa solo sul singolo like e sul coupon che da diritto allo sconto, ma sul circolo infinito che si crea intorno alla pagina Facebook.
    Per poter accedere a una particolare scontistica, infatti è necessario invitare gli amici a mettere mi piace alla pagina, questo tipo di promozione permette di incontrare il target di clienti la dove questi si sono spostati negli ultimi anni e consente strategie di marketing mirate.

    Accanto a questa, anche, la promozione di Oviesse che regalava con un acquisto di almeno €40,00 un buono spesa per non pagare l’IVA sull’acquisto successivo, potrebbe essere molto interessante specie in questo periodo, attenzione al cliente e al suo sempre più ridotto potere di acquisto, potrebbero essere premianti.

    Apprezzo molto invece, soprattutto come consumatrice, la promozione lanciata da Coca-Cola… una Marc Jacobs con pochi euro? Molto più che conveniente.

  4. Il consumatore è sempre più attento alle tematiche ambientali e a riguardo ho trovato interessante la campagna di H&M lanciata lo scorso febbraio per la rottamazione degli abiti usati “La moda non merita di finire nei rifiuti”; campagna che prevede che ogni cliente possa portare al massimo due borse di vestiti usati al giorno e, per ogni borsa consegnata, ottenere un buono sconto di 5 euro valido per una spesa minima di 40.
    Con l’iniziativa H&M contribuirà a salvaguardare le risorse naturali, limitando la quantità di rifiuti tessili e riducendo l’impatto ambientale, prodotto dagli indumenti nell’arco del loro ciclo di vita. Ogni anno infatti tonnellate di prodotti tessili finiscono nelle discariche, quando invece il 95% di questi scarti potrebbe essere nuovamente utilizzato: reindossato, riutilizzato o riciclato a seconda delle sue condizioni.
    L’obiettivo, nel lungo periodo, è di ridurre l’impatto ambientale generato dagli indumenti, trovando soluzioni tecniche che permettano di riutilizzare le fibre tessili su ampia scala ed è questa una delle ragioni per le quali è stata fondata la H&M Conscious Foundation (fondazione globale non-profit che ha come obiettivo andare oltre la catena del valore di H&M, offrendo miglioramenti a lungo termine alle persone e alle comunità in cui H&M opera).
    Inoltre l’idea del riciclo è stata riproposta anche per l’intimo da Intimissimi, riscuotendo un notevole successo tra il pubblico; si sollecita quindi il riciclo mediante la fidelizzazione del consumatore, offrendo ulteriori possibilità di declinare al risparmio l’azione ecologica.

    1. Quella del riciclo dell’usato è una tendenza in continua espansione. Anche Oviesse infatti, dal 28 agosto al 31 dicembre, permette ai suoi consumatori di aderire ad un’iniziativa simile a quella proposta ha H&M. Per ogni borsa consegnata, contenente almeno due capi di abbigliamento uomo, donna o bambino (ad eccezione di biancheria intima, calzature e accessori non tessili) , il cliente riceverà un buono sconto di 5 euro che potrà spendere sull’ acquisto delle nuove collezioni per un importo minimo di 40 euro.
      Una volta consegnati, gli abiti diverranno proprietà di I:CO, partner di OVS in questo progetto nonchè leader mondiale nel riciclo dei prodotti tessili. Dopo un’attenta analisi da parte dell’azienda e una successiva lavorazione, i capi potranno essere reindossati (ossia venduti come abiti di seconda mano), riutilizzati (trasformati in altri prodotti), riciclati (scomposti in fibre tessili e utilizzati come materie prime) oppure usati per produrre energia.
      Attraverso questo progetto, OVS supporta Save the Children.

  5. Ho trovato interessante la promozione lanciata dal beauty brand l’Oréal Paris: fino al 31 Ottobre 2013 , in tutte le profumerie aderenti all’iniziativa , portando un fondotinta vecchio e inutilizzato alla cassa ( di qualsiasi marca non necessariamente l’Orèal Paris) si riceveva un buono sconto da utilizzare sull’acquisto di uno dei nuovissimi prodotti lanciati dall’azienda francese. Per individuare il punto vendita più vicino e ottenere maggiori informazioni relative alla promozione era sufficiente visitare la pagina Facebook Ufficiale del marchio. Come dire “In questo periodo di crisi non si butta via niente!!”

  6. MOvember’s coming! L’oramai ultra decennale storia di questa campagna di sensibilizzazione contro il tumore alla prostata ha colpito anche il mondo del marketing. In UK, dove queste tradizioni sono contagiose a tutti i livelli, la HP SAUCE ha deciso, per il terzo anno consecutivo ormai, di togliere la Parliament House dalla etichetta e creare una LIMITED EDITION con un bel paio di baffi da vero “country gentleman”.
    L’azienda vuole, con questa promozione, da un lato cavalcare l’onda di una campagna già di per se estremamente virale e dall’altra aumentare la propria immagine come impresa impegnata nel sociale.
    Il supporto a Movember sarà sostenuto attraverso sfide e concorsi per i “MoBro” con oltre £10,000 in donazioni o con “Mo fund top ups” oltre che premi a edizione limitata ottenibili per tutto il mese.
    Per vincere? Radersi il giorno dei santi e inviare settimanalmente una foto dei propri baffi sulla pagina facebook di HP Sauce. Let’s go Mo Bro! MOvember’s coming!

  7. Non è esattamente la risposta alla domanda “qual è la promozione più cool”, ma quando si parla di “promozioni” le prime che mi vengono in mente sono quelle lanciate dalle compagnie telefoniche. La competizione in questo ambito sta diventando sempre è più agguerrita(in particolare,direi,nell’ultimo anno). Quello che a parer mio differenzia questo tipo di promozioni dalle altre è la frequenza con cui avvengono(molto alta) e la loro breve durata (che lascia quindi poco tempo al potenziale cliente di attivarle,sapendo che, trascorsi pochi mesi,tali promozioni non saranno mai più “reperibili”). Non so se sia stata una scelta voluta, ma credo che questo modo di operare abbia generato una sorta di paradosso: da una parte è vero che le promozioni servono alle aziende anche per differenziarsi dai competitors, ma dall’altra, nell’ambito della telefonia mobile, si è verificato un parziale ridimensionamento agli occhi del consumatore dell’immagine delle aziende in termini di valore del brand: non è più una scelta tra TIM,Vodafone o Wind, ma tra quale promozione si ritiene essere più conveniente quasi indipendentemente(o molto meno che in passato) dall’operatore che la eroga.

  8. La promozione più bella per me è quella di Mango: il 50% sulla collezione autunno del mese precedente (settembre), comprando direttamente nel punto vendita o tramite internet (con spedizione gratuita presso il punto vendita e favorendo così la possibilità di ulteriori acquisti di impulso, o con spedizione a casa gratuita superando i 30 euro si spesa). Un ottimo modo per smaltire le collezioni passate (che con la rivoluzione del fast fashion sono “vecchie” dopo solo un mese) creando un ottimo pretesto per visitare continuamente il sito internet e i punti vendita.

  9. La promozione per me più interessante è quella lanciata a fine settembre da H&M. Il colosso svedese del fashion low cost per festeggiare la sua presenza decennale sul territorio italiano ha pensato di regalare, esclusivamente per 10 giorni, 10 euro di sconto su alcuni capi selezionati. Una promozione per ringraziare i clienti fidelizzati che hanno fatto della moda cheap un vero e proprio stile di vita. Inoltre per l’occasione è stato inaugurato a Roma il più grande flagship store della penisola, nel quale (attraverso il social media marketing) si è data la possibilità ai soli iscritti alla sua pagina facebook di ricevere il 20 per cento di sconto su un acquisto minimo di 40 euro. E’ interessante notare, aspetto precedentemente discusso anche in altri commenti, come in quest’ottica social si voglia stimolare il passaparola da parte degli utenti e come il consumatore non venga più visto semplicemente come un destinatario passivo di messaggi e pubblicità ma, al contrario, le nuove strategie di engagement marketing incentivino i consumatori a partecipare alla crescita del brand.

  10. Tra una moltitudine di promozioni sempre più accattivanti per il consumatore, quella che è riuscita a catturare maggiormente la mia attenzione di recente è quella proposta da Venchi. L’azienda piemontese produttrice di cioccolata difatti,usufruendo di uno dei social network più in voga quale Facebook,ha pubblicizzato un concorso a premi piuttosto semplice e pratico: Innanzitutto, una volta terminata la registrazione all’interno del sito,viene richiesto di creare una propria classifica in ordine di preferenza delle varie categorie di prodotti ,ovvero delle diverse tipologie di cioccolata con le quali,in caso di vincita,verrà composto il premio stesso. In seguito, ottenuto un breve e “dolce” profilo psicologico del consumatore relazionato all’ordinamento prescelto, si viene invitati a segnalare tramite mail privata o condividere il concorso sulla propria pagina, e dunque a creare un vero e proprio passaparola virtuale stimolando la partecipazione dei propri amici,spinti dal fatto che, in caso in vincita di uno di essi, si avrà diritto a ricevere il doppio del proprio peso corporeo in cioccolato. Una promozione che di certo non incentiva a rispettare le costanti e rigorose diete con le quali la maggior parte delle donne è costretta a convivere( sottoscritta compresa), ma incuriosisce e diverte il cliente più goloso, garantendo al contempo maggior visibilità e “simpatia” al brand,e attirando così nuovi potenziali clienti.

  11. Un’ottima idea per una promozione? Unire la tradizione, il poter vivere un momento unico, con il risparmio! Questa è l’idea di fondo dei commercianti di Oristano, far leva su una tradizione antica e ormai dimenticata dalle nuove generazioni (l’abito sardo, caratteristico poiché diverso in ogni paese) che comunque riesce sempre ad affascinare. Il messaggio è semplice: chiunque si presenterà in negozio col tradizionale vestito sardo avrà uno sconto del 10% al bar o in pizzeria, dal 20% al 50% per cento nei negozi di scarpe e di abbigliamento (oltre a gioiellerie, negozi di informatica, ecc.). L’iniziativa è stata un successo, un modo diverso per realizzare la più classica delle “notti bianche”, molto diffuse in tutta Italia.
    Ovviamente questa iniziativa non è replicabile dappertutto, però può essere un ottimo spunto per altre promozioni! L’innovazione è sempre alla base di tutte le iniziative, però in alcuni casi è più “cool” rispolverare il passato e le proprie tradizioni per creare qualcosa di diverso, originale e altamente attrattivo.

    http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2013/09/28/fai_la_spesa_in_costume_sardo_sconto_in_100_negozi_di_oristano-6-331844.html

  12. Quando si parla di Marketing, e nello specifico di promozioni, ritengo che Ikea abbia sempre qualcosa da insegnare alle altre “colleghe” dell’home furniture. Nello specifico, la promozione che ha calamitato la mia attenzione, per completezza e vastità di alternative, è quella messa in atto dalla fortunatissima ASA di Ikea, Ikea Food.
    Il cliente, assalito dalla fame dopo ore intense di percorso guidato tra armadi e cucine, potrà nel seguente ordine e fino al luglio 2014:
    1) Scegliere tra 3 menu possibili (vegetariano biologico, svedese, italiano) con oltre il 40% di sconto. Se il cliente è socio (vale a dire, se possiede una “Ikea Family”) paga la metà del prezzo già scontato;
    2) Pranzare e/o cenare con meno di 10 Euro dal lunedì al venerdì;
    3) Avere uno sconto del 50% sulla maggior parte dei piatti se è lunedì e se si è soci;
    4) Scegliere un Menu Bimbi per prole al seguito (3 le possibili varianti) a 2.50 €. Se si è soci addirittura a 1.90€ (!).
    Dulcis in fundo, in caso di scelta di una delle 4 opzioni precedenti, il cliente con figli piccoli potrà anche ricevere gratis omogeneizzati biologici (salvo esaurimento scorte).
    La promozione è in un certo senso il “riflesso” di una tanto sapiente quanto nota leadership di costo aziendale, ma non solo: il colosso svedese è stato uno dei primi a rivoluzionare il concetto di punto vendita introducendovi la ricreazione di spazi abitativi (“il cliente deve sentirsi a casa”) e la possibilità di trattenervisi pranzando, proprio come a casa del resto. I destinatari della promozione sono chiaramente le famiglie con figli (se più di uno anche meglio e se piccoli meglio ancora), che poi sono i principali clienti Ikea, da sempre. Il che fa emergere due aspetti interessanti. Innanzitutto, le famiglie tendono notoriamente a compiere i loro acquisti “in massa”, durante i fine settimana. Ecco che la promozione lancia sensibilmente prezzi più bassi per incentivare gli acquisti (e le pause ristoro) anche durante i giorni infrasettimanali. In secondo luogo, è parecchio evidente il tentativo di fidelizzazione: la carta fedeltà premia il cliente affezionato (numerosissimi i vantaggi per i soci) che non solo acquista i mobili Ikea ma vi pranza anche volentieri con tutta la famiglia, per la gioia dei più piccini e si spera (soprattutto) di quelli più “grandi”.

  13. Per me la promozione più interessante, “curiosa” e simpatica di quest’ultimo periodo è sicuramente lo “sconto età” praticato dall’Ottica Avanzi.
    Avanzi infatti mette in promozione i propri occhiali da vista praticando 1 euro di sconto al cliente per ogni suo anno di età.
    Questa promozione non è nuova per Avanzi, era già stata proposta con successo negli anni passati, con un’unica differenza relativa alla tipologia di sconto applicato: non si trattava infatti di uno sconto reale di un euro per ogni anno di età, ma tuttavia di un punto percentuale per anno: 100 anni = 100% di sconto.

    Inoltre, un’altra promozione famosa che penso sia interessante ricordare fu quella promossa da Media World nel 2006 in occasione dei mondiali di calcio, in cui si impegnava, in caso di vittoria dell’Italia, a rimborsare il prezzo di acquisto di un televisore. http://www.youtube.com/watch?v=cOUnANWnp4w
    La promozione fece tanto parlare di sè soprattutto all’indomani del 9 luglio 2006 quando l’Italia vinse il suo quinto mondiale e Media World fu costretta a pagare oltre 10 milioni per rimborsare i propri clienti.
    Nonostante ciò, la promozione non si rivelò un fallimento per l’azienda, tutt’altro!
    Infatti l’idea commerciale fu comunque vincente: si penso che soltanto dal 18 maggio all’8 giugno, le vendite di tv oggetto della promozione (dai 32 pollici in su) schizzarano alle stelle (+30%), trainando anche altri prodotti come Dvd, impianti satellitari e decoder digitali.

  14. Sull’onda dell’eccitazione per una delle feste più attese da americani e non, Booking.com ha sfidato i propri clienti con la promozione “Stay if you dare”, attraverso la quale il sito di prenotazioni online ha offerto agli utenti la possibilità di prenotare una stanza in uno degli hotel più terrificanti degli USA. È proprio il caso di dire che Booking.com sia riuscita a vendere, oltre che alla semplice stanza di un hotel, una vera e propria emozione (nel caso specifico un brivido).
    Altra promozione che transita sul web è quella proposta da Fonzies che chiama i consumatori a partecipare al simpatico concorso “Fonzies XXL”. I consumatori vengono infatti coinvolti nella ricerca del fonzies più lungo e a misurarlo tramite il righello stampato sul packaging del prodotto. Una volta registrati al sito e caricata la foto del fonzies è possibile vincere un weekend lungo in una delle svariate capitali europee offerte. Proposta utile per incrementare l’attenzione sul prodotto, e sul sito, e per attrarre potenziali nuovi consumatori invogliati dall’aspetto ludico del concorso e dalla (seppur remota) possibilità di vincita.
    Infine, degna di essere notata per l’obiettivo sociale che si prefigge, è la promozione di Warby Parker, neonata realtà del settore dell’occhialeria che opera nell’e-commerce differenziandosi dalla concorrenza per il design ricercato e per i materiali di qualità, tutto questo ad un prezzo molto più basso dei competitors. Con la campagna “Buy a pair, give a piar”, Warby Parker si impegna a donare, per ogni paio di occhiali venduti, un paio di occhiali a persone che ne hanno bisogno. “Eyewear with a purpose” è lo slogan che Warby Parker fa proprio, prendendo di fatto coscienza delle proprie azioni all’interno della società e del ruolo che può svolgere per lo sviluppo della popolazione in difficoltà.

  15. E’ Molto interessante la proposta di riqualificazione del verde urbano di alcune delle maggiori città venete lanciata da una promozione dei supermercati Alì e denominata “un posto al verde”.
    A partire dal 31 ottobre, l’acquisto di alcuni prodotti partner dell’iniziativa e segnalati sullo scaffale, comporta la collezione di un determinato numero di punti, in base al prodotto stesso. Ogni punto collezionato equivale a 5 centesimi devoluti al progetto di riqualificazione del verde pubblico nel quartiere in cui si trova il punto vendita.
    Questo è un modo apparentemente efficace per attirare i clienti più prossimi al punto vendita, sensibilizzandoli su argomenti di interesse sociale (il che ha sempre un suo impatto, e lo stesso Alì non è nuovo a questo tipo di operazioni, ad esempio già nei mesi scorsi è stata data la possibilità di donare fondi alla pubblica istruzione attraverso la cessione di punti fedeltà) e dando loro l’opportunità di conciliare l’acquisto di beni necessari per il quotidiano con la riqualificazione del proprio quartiere, traendo dalle spese effettuate un’esternalità positiva per il proprio benessere.
    In secondo luogo attraverso questo tipo di promozione dovrebbe essere più semplice per il retailer indirizzare il consumatore all’acquisto di alcuni prodotti sui quali si desidera incrementare le vendite o comunque aumentarne la visibilità.

  16. Giusto per evidenziare che ormai il marketing non è trascurato da nessuno … Oggi le attività promozionali toccano anche il settore bancario. È scontato pensare che i soldi si tengono in banca e che quindi fare promozioni non è ne di interesse ne di facile applicazione nel settore finanziario. Eppure basta guardare banche come FinecoBanck o ING Direct dove, con il passaparola, un cliente ed un suo raccomandato che aprirà un nuovo conto, ottengono 50€ di bonus. Questa è solo una di una manciata di offerte che le banche stanno iniziando a fare nell’ultimo anno forse spinte dalla recente crisi di fiducia nel sistema bancario.

    1. In realtà le banche vivono di promozioni perchè la competizione nel settore è alta (merito delle banche on-line) e il bacino utenti abbastanza saturo (come dici tu è normale che un lavoratore abbia il conto corrente anche se può benissimo essere che un’intera famiglia gestisca le sue esigenze con un unico rapporto).
      Quello che è interessante notare, in merito al post del professore, è che alcune banche hanno recentemente lanciato delle iniziative di co-marketing con aziende tecnologiche per attirare nuova clientela, in particolare i giovani. Chi sottoscrive per la prima volta un conto corrente (e si vincolare a mantenere attivo il rapporto almeno per due anni) riceve in regalo ciò che gli istituti di credito hanno individuato essere l’oggetto del desiderio della popolazione giovane: il tablet.

  17. La promozione più bella per me è quella inaspettata! BioNike, azienda dermocosmetica di estrazione farmaceutica, ha scelto di dare un premio sorprendente alle sue clienti.
    Con l’acquisto di una crema viso della linea Defence Hydra, mi è stato proposto di scegliere in omaggio un prodotto cosmetico tra mascara, cipria, rossetto e molti altri prodotti della linea Defence Color, un premio della nuova promozione “BIONIKE: Color your skin”.
    La promozione è valida dal 1 Settembre al 31 Dicembre 2013 nelle farmacie, parafarmacie e corner GDO, ma l’azienda ha scelto di non effettuare alcuna particolare forma di pubblicità se non fornendo l’informazione direttamente nei punti vendita coinvolti nell’iniziativa e nel sito internet aziendale. Si tratta di una promozione “ad effetto sorpresa”, un’esperienza molto piacevole resa ancor più gradita dalla competenza e attenzione nella gestione della relazione con il cliente della farmacista che mi ha servita e che di fronte alla mia intenzione di acquistare una crema viso mi ha proposto un’analisi dermatologica gratuita! Un acquisto abituale e non particolarmente complesso che per il retailer ha comunque meritato un’attenzione al fine di regalare anche un’esperienza emozionale.

  18. Io sono una fedele consumatrice dei prodotti Mulino Bianco, e quindi non posso non citare la promozione “Le Cantastorie” (http://www.mulinobianco.it/le-cantastorie). Mi piace molto perchè (anche se è svolta annualmente), vi sono cinque “Eventi” in cinque periodi precisi dell’anno nei quali vi è una particolare promozione sempre diversa! Per esempio in questo periodo dal 23 Settembre all’8 Dicembre nei diversi punti vendita aderenti con l’acquisto di due prodotti tra cui una torta Mulino Bianco è possibile avere in regalo una scatola da tè, e con un prodotto in più anche il “Vassoio servi dolcezza”! Inoltre se si partecipano a tutti gli eventi è possibile ottenere anche una bella tovaglia!
    La Mulino Bianco con questa promozione fa conoscere i suoi prodotti (soprattutto le novità), e intanto il consumatore diventa “Mulino Bianco dipendente”!

  19. Trovo molto interessante le promozioni che propongono sia Intimissimi che OVS in collaborazione con I:CO, leader mondiale nel riciclo dei prodotti tessili, l’iniziativa infatti è ispirata alla salvaguardia dell’ambiente attraverso il riciclaggio di capi d’abbigliamento di qualsiasi tipo. OVS con la promozione “New life to your clothes, for a better world” assegna un buono di 5 euro da utilizzare a piacimento dal cliente che consegna in negozio una borsa di abiti vecchi e non più utilizzati (almeno 2/3 capi). Allo stesso modo con “riciclare conviene” Intimissimi accetta capi più inerenti all’abbigliamento intimo e consegna un voucher di un valore da 1 a 3 euro per ogni capo portato. Utilizzare il tema della salvaguardia dell’ambiente in una promozione non sarà proprio cool ma è sicuramente un trend in forte crescita!

  20. Mentre ascolto le mie playlist su Spotify, nota piattaforma che coniuga il social alla musica, ecco che un piccolo banner colorato cattura la mia attenzione: Usi lenti a contatto Dailies comfort? (per intenderci le lenti a contatto giornaliere, quelle che costano di più) “Si…” e ti piacerebbe andare gratis ai concerti dei tuoi artisti preferiti? “Certo che si!!” ..bene. Partecipa al nostro concorso a premi!
    E’ stato questo il messaggio o più o meno esplicito che mi ha colpito di più di una promozione del mese di ottobre.
    La promessa di vincita di uno dei 10 Gift Voucher in palio del valore unitario di euro 150 e spendibili da TicketOne per ogni tipo di concerto, farebbe gola a chiunque.
    Ma perché partecipare? Perché se sei consumatore delle lenti in questione hai una percentuale maggiore di vincere il giorno dell’estrazione.

    “OCCHIO AL CONCERTO”
    Quella che a primo avviso può sembrare una promozione banale in realtà non lo è affatto. La logica sottostante è molto sottile e corrisponde ad una logica simile alla CRM: l’azienda vuole segmentare il mercato. Vuole quindi sapere i dati e le preferenze dei consumatori di lenti, specie di quelli che fanno uso dei suoi prodotti in particolare.
    Chi sono e come distinguere i clienti “platino e oro”? Come puntare ad offrire a questi clienti un particolare servizio? Semplice, con un questionario da compilare obbligatoriamente se si vuole partecipare all’estrazione, con il quale vengono raccolti tutti i dati necessari sull’anagrafica e sul comportamento d’acquisto.
    Come è sicura l’azienda di riuscire a catturare i dati di più contatti possibili? La particolarità, se ci si pensa è, che coloro a cui manca qualche grado alla vista e va ai concerti di solito non porta mai gli occhiali ma sempre le lenti! Nel segmentare, quindi, non sarà l’azienda ad andare dei potenziali consumatori, ma viceversa: sono loro a circoscriversi come una sorta di comunità in un bacino d’acquisto comune (partecipano a un particolare evento, il concerto).
    Ultimo step: una volta raggiunto il cliente target e raccolti i dati necessari la Dailies lo rimbalza ad una nuova pagina web dove pubblicizza i suoi nuovi prodotti ed eventuali sconti abbinati. L’obiettivo è stimolare le vendite, fare cross-selling e fidelizzare.
    Conclusione: con un semplice montepremi da 1500€ in voucher la Dailies ha reperito dati CRM che sarebbero costati molto di più, ha contribuito a aumentare il proprio life time value e cosa ben più importante ha dato la possibilità alla povera gente come me di poter ascoltare dal vivo i propri beniamini musicali senza spendere un soldo!.

    http://www.occhioalconcerto.it/

    1. La promozione “Occhio al concerto” mi ha fatto tornare alla mente un concorso che RDS, Radio Dimensione Suono, ha lanciato da un po’ di mesi “RDS insieme a te voglia di…” che permette di vincere biglietti per i concerti degli artisti più famosi e pacchetti, anche per più persone, comprensivi di viaggio A/R.

      L’emittente radiofonica per dare spinta alla nuova strategia – come sottolineato da diversi comunicati stampa – si è avvalsa dei risultati di una ricerca di mercato commissionata a MPS Marketing Research che ha evidenziato come la situazione di pessimismo generata dalla crisi, abbia comportato la scomparsa dell’acquisto d’impuls, RDS vuole essere più vicina quindi ai bisogni e ai desideri dei suoi ascoltatori.

      La partecipazione al concorso può avvenire tramite sito web o tramite app registrandosi direttamente con nome utente, indirizzo e-mail valido oppure con le proprie credenziali attraverso Facebook Connect

      Anche in questo caso è importante l’aspetto social, infatti con RDS Play Social è possibile guadagnare punti per ogni utente invitato nella community e garantirsi quindi più possibilità di vincere.

      Come è stato sottolineato nel commento precedente, l’obiettivo anche qui è quello di raccogliere dati sugli ascoltatori attuali e fidelizzarli, ma risulta importante anche recuperare quote di mercato all’interno dei target di riferimento individuati dall’incrocio tra i gusti musicali e gli artisti seguiti, specialmente in un settore forse non più tanto di moda.

  21. Una promozione che mi sembra molto interessante è quella promossa da Sephora da settembre 2013. Si chiama Fan Fridays e permette ai fan della pagina Facebook della profumeria di scaricare ogni venerdì un buono sconto su un determinato item.
    I prodotti in promozione cambiano ogni settimana, ad esempio oggi viene offerta una riduzione del 30% sui mascara a marchio Sephora mentre la settimana scorsa era possibile scaricare un buono del 20% sulla Hydra-Dose Rexaline, crema antietà ultraidratante.
    Questa è solo l’ultima delle iniziative di social marketing proposte dalla profumeria francese su Facebook (altre sono l’HappyHour, il BodyPainting Contest e concorsi esclusivi). Essa è infatti molto attiva sui social network e questo fa sì che livello di coinvolgimento dei fan, i quali condividono esperienze e opinioni sui prodotti, sia molto alto.
    E’ una promozione molto intelligente perché incentiva gli/le appassionati/e di make up a seguire attentamente la pagina e a tornare settimanalmente per scoprire quale sarà il prossimo sconto. Oltre ad essere un’iniziativa divertente, genera nei fan un senso di attesa e impazienza per la prossima offerta e accende la speranza che la prossima offerta sia su uno dei prodotti preferiti.

  22. Una promozione interessante è quella che lancia la mc donald’s in collaborazione con Hasbro: Monopoly!
    Dal 04/10/2013 al 14/11/2013 sui contenitori delle bibite o di alcuni gelati e sulle patatine (large) vengono applicati dei bollini che molto spesso nell’immediato, (ma più frequentemente se raccolti in determinate combinazioni) danno la possibilità di vincere disparati premi: da una porzione di patatine in omaggio al noleggio di una Fiat 500 per un anno passando per l’abbonamento in palestra.
    La promozione unisce il piacere del gioco alla passione di molti collezionisti di bollini che fondano forum su internet, intenzionati alla cooperazione al fine di raggiungere in comune il migliore possibile dei premi.

  23. Una recente promozione realizzata dalla Kinder Cereali ha colpito la mia attenzione per la sua particolarità; è una campagna pubblicitaria che non obbliga il consumatore ad acquistare ma punta a promuovere l’immagine dell’azienda e del suo prodotto.
    Questa curiosa promozione invita i consumatori a registrarsi al sito internet compilando un form d’iscrizione e a raccontare una loro “imperfezione”, ovvero qualcosa che vorrebbero fare durante la giornata ma che, a causa degli impegni quotidiani e della mancanza di tempo, non riescono a fare come vorrebbero. Oltre a poter vincere subito una fornitura di Kinder Cereali (pari a 72 pezzi), il consumatore può essere estratto per vincere una CARTA ORA MANPOWER. Questa carta dà diritto all’attivazione di uno o più contratti di somministrazione di lavoro a tempo determinato pari a 50 ore di lavoro per figure professionali quali: addetto alle pulizie, baby sitter, dog sitter, cameriere, cuoco, giardiniere, “tutto fare”, idraulico, elettricista, imbianchino, traslocatore…
    Lo scopo è quello di far conservare ai partecipanti al concorso un ricordo positivo dell’esperienza (specialmente in caso di vincita) che li renderà più propensi a scegliere il prodotto tra i tanti snack esposti a scaffale al momento della spesa. E così, dopo aver comprato una confezione di Kinder Cereali, potranno gustare la barretta di cioccolato e pregustare il momento in cui il dog sitter si occuperà di portar fuori il cane sfidando il freddo invernale e l’idraulico sistemerà quel rubinetto che perde già da qualche settimana!

  24. Non si tratta di una promozione, ma è stato piacevole notare come anche nella vetrina di un negozio in centro a Padova la bicicletta diventa un oggetto cool; nella vetrina di un negozio di borse, pelletterie e accessori vari in via Zabarella, Zanella 1954, viene esposta “Bike Atelier” una bicicletta personalizzabile nel colore del telaio, sella, manopole, nome, iniziali e logo, disponibile nella versione da donna e in quella da uomo con ampia scelta di accessori optionals. Dopo i negozi più fashion di Manhattan anche a Padova viene proposto questo mezzo di trasporto, molto utilizzato in città, come un vero oggetto di tendenza!

  25. Un’altra iniziativa che ho trovato interessante è quella promossa dalla palestra che frequento qui a Padova, ossia “Well&Fit woman”. La proprietaria ha indetto una campagna promozionale volta a coinvolgere tutte le frequentatrici. Ogni cliente ha infatti la possibilità di distribuire 10 volantini pubblicitari (su cui scrive il proprio nome) ad amiche, parenti o conoscenti. Per ogni nuova iscritta la cliente a cui fa capo il volantino guadagna un credito di 10 euro. In questo modo si ha la possibilità di accumulare fino a 100 euro da spendere su un nuovo abbonamento o sui trattamenti estetici.

  26. Io vorrei citare l’evento che si terrà venerdì prossimo in tutta Padova: Il black friday. Questa promozione coinvolge molti dettaglianti del centro storico di Padova e consente ai consumatori di comprare certi prodotti specifici decisi da tempo dal negoziante a prezzi quasi sempre dimezzati. Un’altra particolarità del Black Friday sta nel fatto che questa promozione avverrà di sera, dalle 20.30 alle 23.30, rivitalizzando una città che di solito nel weekend la sera offre poco svago. Questa idea deriva ovviamente dalla cultura americana che fa della semplice promozione un evento mondano, atteso con trepidazione da molte persone. Il fatto poi che la promozione è mirata solo a pochi pezzi rende comunque profittevole l’evento ai dettaglianti che potranno così vendere a prezzo pieno tutto il resto della merce dando comunque un’immagine riflessa di convenienza

    1. Negli Stati Uniti il Black Friday è il giorno che da inizio alla stagione dello shopping natalizio, dove le grandi catene commerciali offrono eccezionali promozioni per incrementare le proprie vendite.

      Ieri è stato lo stesso per il primo Black Friday italiano? Sicuramente il “venerdì nero” dedicato allo shopping ha avuto la capacità di richiamare migliaia di persone, ma chissà se ha portato altrettanti migliaia di euro nelle casse dei negozi.
      I punti vendita che hanno aderito all’iniziativa hanno limitato lo sconto a una parte residuale dell’ assortimento e forse i clienti sono rimasti un po’ delusi.
      Inoltre alcuni grandi catene, come Zara e H&M per citarne due, non hanno partecipato alla nottata di super promozioni, ma erano comunque aperte.
      Ad esempio H&M ieri sera continuava a proporre le sue offerte invernali (a partire da 5€ ) promosse già da qualche settimana, ed era uno dei negozi più gremiti del centro.
      Che il Black Friday sia stato più redditizio per chi non ha aderito all’evento, ma ha potuto godere dell’estensione dell’orario di apertura?

  27. Una promozione che mi ha piacevolmente sorpreso facendo la spesa questa mattina è stato il lancio dei nuovi biscotti di Matilde Vicenzi (azienda leader nel comparto dei dolci da forno e della piccola pasticceria).
    La strategia adottata nei supermercati Alìper è stata posizionare nel punto vendita un banchetto per la degustazione dei nuovi biscotti, abbinando all’acquisto di 2 confezioni il regalo omaggio, ovvero una tazza per la prima colazione. In più la doppia esposizione del prodotto sia nel corner promozionale, sia a scaffale nel reparto biscotti ha assicurato una maggiore visibilità e anche il pricing è stato valutato con attenzione; infatti, a parte i biscotti Vale (private label di Alì-Alìper), Vicenzi era l’unica marca leader ad offrire al cliente “fedele” munito di carta fedeltà uno sconto del 30%.
    Quindi in sintesi spendendo €6,56 anziché €9,36 ottieni 4 confezioni dei nuovi biscotti Vicenzi, 2 tazze per la prima colazione, accumuli punti nella tua carta fedeltà e hai anche l’occasione di fare uno spuntino fuori orario…esperienza davvero gratificante!

  28. Quella che sto per presentarvi non è una vera e propria promozione, ma è un modo simpatico che il governo russo sta utilizzando per promuovere lo spirito sportivo in occasione delle Olimpiadi invernali 2014.
    Il Governo e il Comitato Olimpico regaleranno biglietti gratuiti a chiunque dimostrerà il suo spirito sportivo. In alcune stazioni metropolitane del Paese, sono state installate delle vending machine molto particolari che emettono dei biglietti gratuiti a chiunque effettua 30 piegamenti, ogni squat viene conteggiato da uno speciale macchinario contrassegnato con il logo dei Giochi Olimpici. In questo modo, commenta il Comitato Olimpico, abbiamo voluto dimostrare che le Olimpiadi Invernali non sono soltanto una gara internazionale che i cittadini guarderanno in Tv, ma che rappresentano un’occasione per essere coinvolti in prima persona in uno stile di vita sportivo.

    Lo spot promozionale è visibile a questo link:

  29. Le promozioni servono per molteplici scopi, principalmente per attrarre i consumatori nei negozi (anche online) o premiare un certo tipo di comportamento al fine di aumentare le vendite. Spesso però ci si concentra sul prodotto (sconti, omaggi ecc.), mentre invece anche le esperienze possono essere altrettanto efficaci e probabilmente molto più gratificanti.
    Quale donna non vorrebbe vivere almeno qualche ora da star: essere truccata da make up artists professionisti e immortalata da fotografi di moda? Un sogno irrealizzabile? Ebbene no: ci pensa laRinascente in collaborazione con IO donna (il settimanale del Corriere della Sera) a trasformarlo in realtà. Basta recarsi nei negozi laRinascente nei giorni indicati nel programma della Beauty Week http://www.rinascente.it/rinascente/it/event/832/ (l’iniziativa si è già svolta nei punti vendita di Milano e Roma, mentre si è ancora in tempo per Padova -sabato 30 novembre- e Genova) e farsi coccolare e accudire dalle mani di professionisti. La foto ritratto verrà poi consegnata come ricordo dell’evento.
    La cosmetica, si sa, è uno dei prodotti “civetta” che maggiormente attirano il gentil sesso all’interno dei department stores . Inoltre, sebbene non sia necessario acquistare un prodotto per partecipare all’iniziativa, come resistere alla tentazione di comprare i trucchi utilizzati dai make up artists per replicare l’effetto comodamente a casa? E perché non visitare anche i vari piani de laRinascente “galvanizzate” dall’esperienza vissuta (e quindi probabilmente molto più propense all’acquisto)?
    Sicuramente questo tipo di iniziativa di regalare qualche piccolo lusso ai suoi clienti è coerente con l’immagine la Rinascente vuole trasmettere, rispolverando quell’allure glamour che i department stores fanno più fatica a mantenere, incalzati dall’immagine fashion ma anche cheap di colossi come Zara ed H&M. Contribuisce a creare e mantenere una brand loyalty sempre più importante per il retailer che risulta anche più attrattivo per i marchi che lo scelgono.

  30. Un’altra iniziativa di marketing che mi ha molto divertito è quella lanciata da Burberry con il suo Burberry Kisses. Tramite una partnership tra il brand inglese del lusso e Google è possibile inviare baci digitalizzati in qualunque parte del mondo collegandosi alla piattaforma Kisses.Burberry.com (http://kisses.burberry.com/) tramite smartphone o pc e “stampando” il bacio sullo schermo. Prima di inviarlo al destinatario si può scegliere la sfumatura di rosso preferita tra quelle proposte dai rossetti Burberry Beauty e inserire un eventuale messaggio.
    Trovo che sia un’iniziativa che diverte e colpisce e che permette di rafforzare l’immagine positiva del brand e il legame emotivo con i consumatori. Burberry Kisses fa sì, infatti, che la tecnologia, solitamente considerata come mezzo “freddo”, venga umanizzata. Inoltre, usando Burberry Kisses, si può condividere un’esperienza digitale emozionante con persone vicine o lontane.

  31. Ultimamente mi è capitato di imbattermi in molti siti di arredamento per motivi di “lavoro”e naturalmente qui incentivi e promozioni si sbizzarriscono, poiché il settore dell’arredamento in generale in Italia è già da un po’ di anni in declino, cosa che costringe molte aziende di eccellenza italiane a internazionalizzarsi per riuscire a recuperare il fatturato pre crisi. Ecco allora che fioccano bonus casa che riguardano sia la ristrutturazione ma anche l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Ma l’aiuto non avviene solo dagli incentivi statali anzi!

    La moda del momento sembra essere quella del praticamente “regalare” l’elettrodomestico oppure un mobile in più solo ad un euro. Come ad esempio Chateau D’Ax che con una spesa totale di 12 mila euro su cucina o soggiorno o quant’altro, ti permette di aggiungere un euro in più per avere un divano. Ma moltissime altre aziende di arredamento che sempre con la stessa formula puoi comprare insieme alla tua camera da letto anche il materasso oppure c’è chi assieme alla cucina ti offre il mobiletto porta vivande di marca, il tutto sempre con un solo euro aggiunto. Insomma un euro che vale tanto!

    Non sono solo le aziende di arredamento ad organizzarsi in questo modo ma anche i centri commerciali che hanno capito che questa promozione è molto bene accetta come ad esempio l’Expert di Palermo che ha messo in vendita per un euro tutti i tipi di elettrodomestici per un massimo di 50 pezzi a tipologia. Inutile dire che si è scatenato l’inferno!
    Insomma i bonus, le promozioni e gli incentivi sulla casa piacciano molto tuttavia è anche logico poiché la casa rappresenta il luogo protettivo e sicuro per ogni persona e appena si può risparmiare qualcosa si sa nessuno se lo lascia scappare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...